Anch’io voglio giocare! Videogiochi per bambini con grave disabilità motoria

Descrizione: L’abilità di giocare è fondamentale per lo sviluppo emotivo, cognitivo e relazionale dei bambini. Attualmente, i videogiochi sono diventati il mezzo più popolare per giocare grazie alla loro interattività, alla dinamicità delle meccaniche di gioco e alla varietà di generi che si possono trovare su diversi dispositivi (smartphone, console o PC).
Nonostante ciò, tale uso non è sempre possibile nel caso di bambini con disabilità poiché non hanno le capacità sensoriali, motorie o cognitive necessarie per accedere ai videogiochi di oggi. In particolare, i bambini con grave disabilità motoria trovano praticamente impossibile giocare la maggior parte dei videogiochi commerciali, e quindi sono esclusi di poter divertirsi come i loro coetanei.
L’obiettivo di questa presentazione è avvicinare gli sviluppatori di videogiochi (amateur e non) al mondo dei bambini con disabilità, particolarmente motoria, e alle loro necessità ludiche. Anche se è vero che negli ultimi anni è stata rilevata una maggiore attenzione nel rendere più accessibili i videogiochi,  questo non toglie che solo partendo dai bisogni “speciali” dei bambini con disabilità, capendo i loro limiti e sfruttando al massimo le loro capacità attraverso tecniche d’interazione (HCI) innovative si potrà arrivare, davvero, ad avere giochi universalmente accessibili.

foto_sebastianaced
 a cura di Sebastián Aced López
(Italiano)
Sono Sebastián Aced López, nato a Cali, Colombia, e sto finendo il Dottorato di ricerca in Ingegneria Informatica e dei Sistemi al Politecnico di Torino. I miei interessi si centrano su tecnologie accessibili e modalità d’interazione innovative che aiutino a coinvolgere persone con disabilità in attività ludiche, educative e riabilitative. Attualmente lavoro nello sviluppo del framework GNomon, per permettere la creazione di videogiochi dinamici accessibili tramite singolo tasto.
(English)
I am Sebastián Aced López, from Cali, Colombia. I am a last-year PhD student in Computer and Control Engineering at Politecnico di Torino. My research is focused on accessible technologies and novel modes of interaction which allow people with disabilities to participate in leisure, educational and rehabilitative activities. Currently I work on the development of the GNomon software framework, to enable the creation of dynamic and accessible one-switch video games.